Il Comune di Bormio ringrazia Milli Martinelli

E’ stato nel corso dell’ormai classico Incontro con i Nobel, nel 2017 dedicato all’autore russo Boris Pasternak, che il Comune di Bormio ha voluto esprimere il proprio ringraziamento a Milli Martinelli per l’impegno profuso nell’ambito delle attività culturali promosse dalla biblioteca civica.

Milli, già docente di letteratura russa presso l’Università Iulm di Milano, da sempre trascorre i suoi periodi di ferie nella casa paterna a Bormio. Gli abitanti della Magnifica Terra l’hanno però conosciuta in occasione della presentazione del suo primo romanzo “Storia di un’idiota”, avvenuta a Bormio nell’estate del 2008; fu questo evento a segnare l’inizio di un percorso di conoscenza e di amicizia che, nel giro di pochi anni, ha portato Milli ad arruolarsi tra i Volontari della cultura della biblioteca civica. In qualità di volontaria ha curato, negli ultimi anni, una serie di serate di approfondimento sui più grandi autori russi e ha coordinato gli incontri del Gruppo di lettura. La sua grande capacità di non porre distanze tra lei e il pubblico, di comunicare in modo semplice e coinvolgente anche i concetti meno immediati, di far  nascere il desiderio di scoprire, conoscere e approfondire gli autori russi  ne fanno una divulgatrice straordinaria e una preziosa risorsa per la biblioteca di Bormio. Milli Martinelli rappresenta per la Magnifica Terra non solo un’autorevole esponente del mondo della cultura ma anche una grande amica.

Purtroppo, per motivi di salute, Milli Martinelli non ha potuto essere presente all’evento; il riconoscimento a lei dedicato, per sua volontà, è stato consegnato al Giudice Trantola, suo amico.

Si riporta il link del filmato dedicato al Programma volontari della biblioteca di Bormio, realizzato dalla Provincia di Sondrio. Tra i volontari intervistati vi è anche Milli Martinelli.