E-Distribuzione incontra i Comuni dell’Alta Valtellina

Continua il dialogo tra e-distribuzione e i sindaci: si è svolto oggi l’incontro sul tema dei danni dovuti agli sbalzi di tensione di ottobre.

Sondrio, 24 novembre 2016 – Buone notizie per i cittadini che hanno subito disagi in seguito agli sbalzi di tensione dello scorso ottobre. La società e-distribuzione, pur non essendo responsabile dell’episodio di sovratensione che ha interessato i comuni di Valdidentro, Livigno, Bormio e Valfurva, ha ribadito che si farà carico della valutazione degli effetti dannosi che il disservizio ha prodotto ai clienti connessi alla propria rete di distribuzione. Durante l’incontro sono state illustrate e condivise le modalità con le quali verranno gestite le singole richieste dei clienti. L’azienda del Gruppo Enel ribadisce che in ogni caso proseguirà nell’approfondimento tecnico delle cause del disservizio per accertare le responsabilità ed esercitare la relativa rivalsa.

E- distribuzione ha previsto un canale dedicato per la raccolta e la gestione delle pratiche.

“Siamo molto soddisfatti – hanno commentato all’unisono i sindaci Ezio Trabucchi (Valdidentro), Roberto Volpato (Bormio), Damiano Bormolini (Livigno), Angelo Cacciotto (Valfurva) – dell’incontro di stamane e della disponibilità dimostrata da e-distribuzione di farsi carico di tutte le richieste danni presentate nonostante non abbia una responsabilità diretta nell’accaduto. La società ha colto la particolarità dell’evento avvenuto il 1° ottobre scorso e si è attivata con particolari accorgimenti organizzativi per una gestione dei sinistri che valorizzi il rapporto con i clienti. Abbiamo apprezzato molto – hanno evidenziato – anche la tempistica concordata per arrivare celermente alla definizione delle richieste di risarcimento danni». Ma non è tutto. Durante l’incontro e-distribuzione «si è detta disponibile – hanno concluso i primi cittadini – alla realizzazione di alcuni progetti legati al territorio, alla sostenibilità, sia con le scuole che con gli operatori economici privati, a testimonianza del legame con l’Alta Valle che la società, in futuro, intende rafforzare”.

“La nostra decisione di farci carico delle richieste dei danni – ha commentato Vincenzo Di Luozzo, responsabile e-distribuzione per la Lombardia –conferma il nostro impegno nel mettere al centro le esigenze del cliente, sempre in un’ottica di miglioramento continuo della qualità del servizio offerto”.

Comunicato Enel